mettersinforma

Questo sito utilizza tecnologie più recenti per garantirti un'esperienza di utilizzo semplice e funzionale.
Per visualizzarlo scarica e installa un browser più recente, per esempio
Google Chrome, Mozilla Firefox o Microsoft Edge

Calcolo IMC: consigli per una perdita di peso in salute

Tu sei qui → Dieta e alimentazione / Calcolo IMC: consigli per una perdita di peso in salute

Tempo di lettura: minuti | Data: 28/06/ 2019

L’Indice di Massa Corporea (IMC o BMIBody Mass Index) è un parametro molto importante usato dagli esperti del settore per indicare esattamente lo status di normopeso, sottopeso, sovrappeso od obesità della persona.

Ma come si calcola lIMC? E come usarlo a nostro vantaggio nella perdita di peso? Scopriamolo insieme!

SCOPRI
come calcolare
l'Indice di Massa Corporea!

Ragazza soddisfatta del proprio IMC mostra un dolcetto
Pubblicità
Visita il sito

Cos’è l’IMC?

L’IMC mette in rapporto il peso con laltezza dellindividuo e viene calcolato dividendo il peso corporeo, espresso in kg, per la statura in metri al quadrato.

Tanto più è alto questo indice, più si tende al sovrappeso o all’obesità e, quindi, al rischio di scontrarsi con tutti i rischi legati alla salute, come:

  • Diabete
  • Problemi cardiovascolari
  • Disturbi neurologici
  • Tumori

La maggior parte dei soggetti diabetici di tipo 2 presenta sovrappeso o obesità gravi.

Ma qual è la formula per calcolare l’IMC?

Questa: IMC = kg / (altezza)2.

Ora, proviamo ad applicarla con un esempio.

Ipotizziamo tu sia alta 1,68 m per 50 kg, il tuo IMC, seguendo la formula precedente, sarebbe:

50 / (1,68)2 = 17,6 kg/m2.

Ma questo valore è buono? Come si interpreta?

Le 5 categorie dell’IMC: una questione di indici

Strumento per calcolare il bmi

Il range di normalità per l’IMC è tra 18,5 e 24,9. Se supera i 24,9 si parla di sovrappeso; se, invece, è inferiore a 18,5, si parla di sottopeso.

Riassumendo:

  • Indici tra 25 e 29,5 esprimono un sovrappeso
  • Tra 30 e 34,9 un’obesità di I grado
  • Tra 35 a 40 obesità di II grado
  • Tra 16,5 a 18,4 sottopeso
  • Sotto il 16,5 sottopeso grave

In gravidanza, nelle persone anziane e nei bambini fino a 18 anni, l’IMC non è considerato del tutto veritiero; per i bambini, ad esempio, vengono utilizzate le curve di crescita con i percentili.

Tra l’altro, l’IMC non può essere considerato un buon indicatore della composizione corporea perché non tiene conto delle dimensioni corporee.

Una persona può essere di costituzione esile ma avere più grasso del normale pur avendo IMC compreso tra 18,5 e 24,9. Al contrario, una persona robusta può risultare con IMC oltre 25 ma avere poco grasso corporeo e molta massa muscolare.

In ogni caso se l’IMC supera 24,9 diventa importante perdere peso; a partire da un cambiamento delle abitudini alimentari, accompagnato da un incremento dell’attività fisica.

Prendere il controllo del proprio peso non deve essere visto come un sacrificio, ma un modo per cambiare e migliorare l’atteggiamento verso il cibo e l’attività fisica.

Raggiungere gli obiettivi di perdita di peso è possibile seguendo pochi e semplici consigli.

Consigli per un regime alimentare equilibrato

5 pasti equilibrati al giorno. 5 porzioni tra frutta e verdura, bere tanta acqua, scegliere alternative integrali (pane, pasta…), non saltare la colazione.

Queste indicazioni sono la base da cui partire per iniziare a perdere peso. Diminuiamo, inoltre, il consumo di insaccati, della carne rossa e dei cibi preparati confezionati. Ah, senza dimenticare di ridurre (se non eliminare) i dolci.

In aggiunta a dieta e movimento, anche l’utilizzo di un prodotto a base di Okranol™ di origine naturale e inulina, può rivelarsi un ottimo alleato nel ritrovamento del peso forma ideale.

L’okra è un potente antiossidante che combatte i radicali liberi, prodotti dalla cattiva alimentazione e dall’inattività fisica; linulina, invece, è una fibra insolubile che favorisce la digestione e la funzionalità intestinale.

Seguendo un’alimentazione di questo tipo, i risultati non tarderanno ad arrivare. Inoltre, con una perdita di peso salutare, non si rischia di riprendere i chili persi entro pochi mesi.

Anche perché, seguire e ottenere risultati da uno stile alimentare corretto, trasmette un importantissimo precetto: limportante non è eliminare il cibo, ma mangiare nel modo giusto.

Ed è per questa ragione che un regime alimentare sano ed equilibrato andrebbe portato avanti sempre, e non solo nel periodo di dieta.

Un esempio di alimentazione corretta

Ragazza normopeso mangia una ciotola di frutta per colazione

Colazione

Evita cornetti e dolci al bar, fai colazione a casa, possibilmente seduta.

Puoi scegliere tra biscotti secchi, frollini, fette biscottate o cereali semplici. Circa 40 gr. Puoi anche aggiungere latte parzialmente scremato (max 200 gr) o yogurt intero (125 gr).

Se preferisci il salato, pane integrale con pomodoro o affettati/formaggi magri, 40 gr circa.

Spuntino

Prima di pranzare, puoi optare per un frutto, accompagnato da un pacchetto di crackers integrali o gallette mais.

Pranzo

Piatto completo a base di carboidrati, proteine e fibre. Questo è il tris ideale.

Pasta integrale (80 gr) con legumi (piselli, ceci, fagioli, lenticchie), pomodori e olio.

Se pranzi fuori casa, prova un panino con bresaola e insalata, oppure, insalata mista con pesce e verdure.

Merenda

Dopo pranzo, uno yogurt intero bianco (125 gr) e un frutto a piacere.

Cena

La cena è come il pranzo, completo.

Riso o pane (80 gr) con carne bianca o pesce (150 gr), verdure e olio.

Usa l’olio extravergine d’oliva con parsimonia, gelati e pizze da consumare 1 volta a settimana.

Attenzione: si tratta di un regime alimentare esemplificativo, da adattare alle proprie esigenze affidandosi a un professionista del settore, come un Dietista o un Nutrizionista, in grado di valutare un piano personalizzato per la perdita e il mantenimento del peso in salute.

Prodotti consigliati

Collegamento copiato, adesso puoi condividerlo nelle tue chat.

Chiedi consiglio
all'esperto

Cosa bisogna mangiare prima di una sessione di running?
Quali integratori alimentari scegliere?
Perché mangiare un cibo piuttosto che un altro?
Tante domande a cui, finalmente, puoi dare una risposta.

Cosa aspetti? Chiedi consiglio al nostro Dietista.

Leggi tutte le risposte