mettersinforma

Questo sito utilizza tecnologie più recenti per garantirti un'esperienza di utilizzo semplice e funzionale.
Per visualizzarlo scarica e installa un browser più recente, per esempio
Google Chrome, Mozilla Firefox o Microsoft Edge

L’Alga fucus fa dimagrire?

Tu sei qui → Integratori / L’Alga fucus fa dimagrire?

Tempo di lettura: minuti | Data: 15/03/ 2019

L’estratto secco di tallo di Fucus, alga diffusa nei mari del Nord, è abbastanza noto come ingrediente singolo, o in associazione, e coadiuvante per favorire l’equilibrio del peso corporeo in alcuni integratori alimentari indicati nelle diete dimagranti.

In questo articolo conosceremo meglio l’estratto di Fucus, le sue proprietà e anche le sue controindicazioni.

SCOPRI
i benefici
dell'Alga fucus

algus fucus
Pubblicità
Visita il sito

Algus Fucus per dimagrire: proprietà e controindicazioni

L’obiettivo di questa guida sull’alga fucus è quello di favorire l’educazione al controllo e al mantenimento del peso forma in salute, evidenziando sempre l’importanza di un’alimentazione sana, varia ed equilibrata, anche in regimi dietetici controllati e con il supporto di alcuni coadiuvanti utili.

Ricordiamoci, sempre, che rimanere in forma deve prima di tutto essere una scelta di benessere consapevole, in particolare quando si decide di utilizzare qualsiasi tipo di supporto per riattivare il metabolismo pigro, “bruciare i grassi” e, in generale, favorire un dimagrimento sano.

#METTERSINFORMA: l’estratto secco di tallo di Fucus è un coadiuvante per l’equilibrio del peso corporeo.

Identikit del Fucus: la Quercia marina in una piccola alga bruna

Il Fucus o Fucus vescicolosus L. o alga Kelp è noto nel gergo popolare anche come Quercia marina.

Chi sente parlare per la prima volta della Quercia marina si potrebbe immaginare un albero alto anche 4 metri. In realtà, il Fucus è una piccola alga bruna marina che raggiunge, al massimo, il metro di altezza.

Ampiamente diffusa nell’Europa del Nord, questa alga cresce nelle acque dell’Atlantico lungo le coste dove le acque fredde e temperate sono caratterizzate da una bassa salinità.

Il Fucus è conosciuto da secoli tra gli abitanti delle coste atlantiche che, oltre a utilizzarlo nel campo alimentare per il suo buon profilo nutritivo, lo impiegarono sia come fertilizzante sia nell’industria del vetro, dove le sue ceneri erano un’abbondante ed economica alternativa a quelle del carbone.

Le prime testimonianze sull’utilizzo del Fucus in medicina risalgono a Dioscoride Pedanio e alla sua Materia medica (I° secolo dopo Cristo) dove viene riferito che, lasciando macerare tale alga per 10-15 giorni, si otteneva un liquido vischioso.

Tale soluzione della consistenza del miele risultava un utile rimedio per la lassità delle gengive e in caso di gonfiori ghiandolari.

L’Algus Fucus veniva consigliato anche per la pulizia dei denti e come detergente simile a una soluzione di sapone.

Nel 1862, il medico Duchene-Dupare fu il primo a scoprire che il Fucus stimolava il metabolismo dei grassi e a utilizzarlo nei pazienti obesi. Nasce così la lunga storia di utilizzo del Fucus come coadiuvante nelle diete dimagranti, una tradizione che perdura ancora oggi.

Ma quali sono i costituenti attivi e come favoriscono tale azione? Vediamolo subito!

Fucus alga

Fucus e peso: iodio, alginati e metabolismo

L’estratto del Fucus, utilizzato in fitoterapia o come ingrediente negli integratori alimentari, si ottiene dal tallo essiccato.

I principali componenti dell’estratto sono:

  • mucopolisaccaridi, in particolare acido alginico (13-15%), un tipico costituente delle alghe brune, i suoi alginati, e polisaccaridi solforati, come il fucoidano e la laminarina
  • iodio in forma inorganica (0,05%) e proteica (0,07%)
  • vitamine, in particolare la Vitamina C (0,013-0,077%), Vitamina E e Vitamine B1 e B12, e altri minerali oltre allo Iodio, come Bromo, Potassio, Sodio, Magnesio e
  • ferro
  • polifenoli
  • steroli, come il fucosterolo
  • pigmenti vegetali, come la Fucoxantina e il Betacarotene

Gli effetti sul metabolismo e la riduzione del peso sono stati attribuiti alla presenza di Iodio e degli alginati.

In particolare, lo Iodio sembrerebbe stimolare il metabolismo basale modulando l’attività della tiroide. Tale effetto, però, non è confermato del tutto dalla letteratura scientifica.

Per gli alginati, invece, sono riportate evidenze interessanti. Queste sostanze, infatti, tendono a formare un gel vischioso che può fungere da protettore della mucosa gastrica e, allo stesso tempo, favorirebbe la sensazione di sazietà aumentando la viscosità del contenuto nello stomaco.

Tale gel, inoltre, rigonfiandosi nell’intestino, favorirebbe la motilità intestinale e sembrerebbe anche limitare l’assorbimento di grassi e carboidrati.

algus fucus tavolo

Fucus e controllo del peso tra indicazioni e controindicazioni

Sulla base delle evidenze scientifiche e dell’utilizzo tradizionale, l’estratto secco di tallo di Fucus è indicato come utile coadiuvante per favorire l’equilibrio del peso corporeo.

In particolare, è consigliato come sostegno per lo stimolo del metabolismo in generale e dei lipidi in particolare.

L’estratto di Fucus viene, inoltre, indicato come supporto ad azione emolliente e lenitiva (sistema digerente).

Il Fucus, però, non è adatto a tutti e presenta anche dei limiti da considerare quando se ne valuta l’assunzione a sostegno di un regime dietetico controllato. Quando si parla di controindicazioni, potenziali effetti avversi e interazioni con i farmaci, lo Iodio è il costituente dell’alga maggiormente “additato”.

Tanti sono i dubbi sul suo potenziale effetto a livello metabolico quante sono le certezze sul suo coinvolgimento in alcuni effetti collaterali attribuiti alla pianta.

L’uso prolungato dell’estratto secco di tallo di Fucus e/o dosi superiori a quella consigliata sono stati associati a casi di ipertiroidismo.

Altri effetti avversi sono:

  • tremori
  • palpitazioni
  • irritabilità
  • tachicardia
  • aumento della pressione
  • insonnia

Il Fucus è controindicato nelle persone con problemi di ipertiroidismo, cardiopatie, ipertensione e nelle donne in gravidanza o allattamento.

In ogni caso, si consiglia di assumere tale estratto dopo aver consultato il proprio Medico e preferibilmente sotto il suo controllo.

Si consiglia di seguire cicli di 2 mesi di assunzione del Fucus intervallati da pause. In ogni caso, l’utilizzo del Fucus per il controllo del peso va sempre associato a un regime dietetico sano, vario, bilanciato seppur controllato.

algus fucus spiaggia

Il Fucus è indicato da secoli per sostenere l’equilibrio del peso corporeo e il metabolismo, un utile coadiuvante nelle diete dimagranti.

La tradizione di utilizzo e le evidenze scientifiche oltre a evidenziarne l’efficacia come stimolante metabolico insegnano anche a non sottovalutare mai i suoi effetti negativi.

Ricordati sempre che il parere e il controllo del Medico sono essenziali per scegliere il supporto del Fucus in sicurezza e mantenersi in forma perseguendo il benessere e la salute come obiettivi principali!

Prodotti consigliati

Collegamento copiato, adesso puoi condividerlo nelle tue chat.

Chiedi consiglio
all'esperto

Cosa bisogna mangiare prima di una sessione di running?
Quali integratori alimentari scegliere?
Perché mangiare un cibo piuttosto che un altro?
Tante domande a cui, finalmente, puoi dare una risposta.

Cosa aspetti? Chiedi consiglio al nostro Dietista.

Leggi tutte le risposte